@Tommaso | .Questo non è un Blog.



Tommaso Sorchiotti è Creative Digital Strategist o, se volete, Social Media Activist, che di per se non significa niente ma funziona sempre in riunione con i clienti.
Il ragazzo è sveglio, si applica e studia - come dicevano i suoi insegnanti a scuola - e si occupa di Digital, Branding e Social Media.
Profeta del Microblogging, del Personal Branding e del Geolocal in Italia e a detta di molti *primo tumblero italiano*, cerca di diffondere la Cultura della Rete come docente, autore, relatore, consulente.
Tommaso ha l'ambizione di arrivare prima degli altri sui Nuovi Trend di Internet e spesso, non si sa come, ci riesce.
E' connesso ad Internet per soli tre quarti della sua giornata. Cosa faccia nel resto del tempo non si sa.
Adora la cucina etnica, i cani, far sorridere le persone e sorridere quando è solo, la tecnologia hackerabile, le passeggiate nel bosco e le ciaspolate di notte, le serie tv americane, gli sport estremi che poi tanto estremi non sono, lo snowboard, il surf, il kitesurf e le tavole del genere, le sfide, le persone presuntuose e ambiziose.
Non sopporta i gattini ed Hello Kitty in particolare, le attese e le file (non più: ho trovato il trucco!), i suoni gutturali, il disordine, i superficiali e gli ipocriti, quelli che gli dicono come fare le cose, le bionde svampite e chi scrive male il suo nome.

Per saperne di più potete guardare qua

Il modo più semplice per contattarlo è l'e-mail


In questo periodo sta lavorando su:
#Selfie - #BigData - #SocialFunnel - #SocialMediaPolicy - #LeadGeneration - #ExecutiveBranding - #Mobile - #App
Recent Tweets @Tommaso
Hanno meritato un Like:
Meritano di essere seguiti:
Posts tagged "tumblr"

Today’s the day. The day you help save the internet from being ruined.

staff

Dedicato a tutti i tumb trumblr tublèr tumbleristi

su tumblr tutti sono artisti

internetpoetry:

by imsoemptyilikememes

1 - Do one thing. Do it well. Be consistent. Find your niche and own it.
2 - Think different. There are millions of blogs. Find a way to be unique.
3 - Make it visual. 60% of shares on Tumblr are images. Show, don’t tell.
4 - Get good help. If you can’t write or design, find someone who can.
5 - Be a part of the community. Ask for suggestions, take requests. Listen.
6 - Fail hard. This isn’t my first dance at the Tumblr party. It’s trial & error.
7 - Be excellent to each other. Seriously. This.
8 - Tumblr. Because Tumblr.

8 Tips for making a successful Tumblr - Anatomy of a Tumblr

staff:

News!

Everyone, I’m elated to tell you that Tumblr will be joining Yahoo.

Before touching on how awesome this is, let me try to allay any concerns: We’re not turning purple. Our headquarters isn’t moving. Our team isn’t changing. Our roadmap isn’t changing. And our mission – to empower creators to make their best work and get it in front of the audience they deserve – certainly isn’t changing.

So what’s new? Simply, Tumblr gets better faster. The work ahead of us remains the same – and we still have a long way to go! – but with more resources to draw from.

Yahoo is the original Internet company, and Marissa and her team share our dream to make the Internet the ultimate creative canvas. I couldn’t be more excited to have her help. We also share a vision for Tumblr’s business that doesn’t compromise the community and product we love. Plus both our logos end with punctuation!

As always, everything that Tumblr is, we owe to this unbelievable community. We won’t let you down.

Fuck yeah,
David

yahoo:

image

I’m delighted to announce that we’ve reached an agreement to acquire Tumblr!

We promise not to screw it up. Tumblr is incredibly special and has a great thing going. We will operate Tumblr independently. David Karp will remain CEO. The product roadmap, their team, their wit and…

Promettiamo di non incasinare tutto. Primo meritato cuoricino a Marissa Mayer.

Condiviso e velato scetticismo. Sperem bene.

iceageiscoming:

emmanuelnegro:

ze-violet:

peterfromtexas:

Yahoo quiere comprar Tumblr.

:D minchia non sono l’unica pessimista in materia allora

No davvero. Storicamente Yahoo è un po’ un Mida al contrario: manda in mona quel che tocca.

Ma esiste ancora Yahoo? (E ha ancora soldi?) Quale idiota nel 2013 usa Yahoo?

(via curiositasmundi)

peterfromtexas:

Yahoo to Buy Tumblr for $1.1 Billion

(via curiositasmundi)

Quando Tumblr era appena agli inizi, Fred Wilson pensava che il fatto di non avere un sistema per fare commenti sul social network fosse sbagliato. Ancora oggi, infatti, l’unico modo per mettere i commenti è installare Disqus. Wilson lo aveva fatto notare più volte a David Karp, il fondatore e amministratore delegato della società, ma lui era stato irremovibile.

Karp voleva che Tumblr fosse un luogo pieno di positività, per questo per interagire con gli altri puoi segnalare un post che ti piace cliccando su un cuore (mentre non puoi segnalare un post che non ti piace); puoi ribloggarlo, aggiungendo eventualmente un commento che finisce nel tuo blog; oppure puoi mandare un messaggio privato al suo autore. Secondo Karp, tutto questo avrebbe allontanato le discussioni fuori luogo.

Oggi che Tumblr è un social network di successo che ospita 106 milioni di blog, Fred Wilson si è reso conto che David Karp aveva ragione: “Io volevo che progettasse qualcosa di simile a WordPress o Typepad, ma lui aveva in mente un’idea diversa. Ha fatto bene a seguire il suo istinto”.

Internazionale » Carta bianca » Seguire l’istinto

Il 2012 è stato l’anno delle GIF?
storyboard:

Charting 2012’s Top Cultural Obsessions
You can’t talk 2012 without talking GIFs: the year’s cultural superstar, the Oxford American Dictionary’s word of the year, and the means by which the internet shared its obsessions (and we all know the internet really likes to obsess). From the GIF to politics to the apocalypse to Honey Boo Boo, the guys from I Love Charts bring you the year’s top cultural obsessions — in GIF form, of course.
Zombies
2012 was a year where major issues dominated the global narrative. Mainly we talked about the election and zombies.

Read More

Il 2012 è stato l’anno delle GIF?

storyboard:

Charting 2012’s Top Cultural Obsessions

You can’t talk 2012 without talking GIFs: the year’s cultural superstar, the Oxford American Dictionary’s word of the year, and the means by which the internet shared its obsessions (and we all know the internet really likes to obsess). From the GIF to politics to the apocalypse to Honey Boo Boo, the guys from I Love Charts bring you the year’s top cultural obsessions — in GIF form, of course.

Zombies

2012 was a year where major issues dominated the global narrative. Mainly we talked about the election and zombies.

image

Read More

Tumblr: the Musical

(chi non è su tumbrl ne capisce una metà e probabilmente non lo trova neppure divertente)

Difference between Tumblr & Facebook

Che succede quando l’account parodia Twitter dice cose più intelligienti dell’account reale della persona in questione?

Due immagini e questo tumblr mi ha conquistato

xpresare:

Nothing to fear

(via davillci)

La lotta tra i supereroi e le loro nemesi della Rete