@Tommaso | .Questo non è un Blog.



Tommaso Sorchiotti è Creative Digital Strategist o, se volete, Social Media Activist, che di per se non significa niente ma funziona sempre in riunione con i clienti.
Il ragazzo è sveglio, si applica e studia - come dicevano i suoi insegnanti a scuola - e si occupa di Digital, Branding e Social Media.
Profeta del Microblogging, del Personal Branding e del Geolocal in Italia e a detta di molti *primo tumblero italiano*, cerca di diffondere la Cultura della Rete come docente, autore, relatore, consulente.
Tommaso ha l'ambizione di arrivare prima degli altri sui Nuovi Trend di Internet e spesso, non si sa come, ci riesce.
E' connesso ad Internet per soli tre quarti della sua giornata. Cosa faccia nel resto del tempo non si sa.
Adora la cucina etnica, i cani, far sorridere le persone e sorridere quando è solo, la tecnologia hackerabile, le passeggiate nel bosco e le ciaspolate di notte, le serie tv americane, gli sport estremi che poi tanto estremi non sono, lo snowboard, il surf, il kitesurf e le tavole del genere, le sfide, le persone presuntuose e ambiziose.
Non sopporta i gattini ed Hello Kitty in particolare, le attese e le file (non più: ho trovato il trucco!), i suoni gutturali, il disordine, i superficiali e gli ipocriti, quelli che gli dicono come fare le cose, le bionde svampite e chi scrive male il suo nome.

Per saperne di più potete guardare qua

Il modo più semplice per contattarlo è l'e-mail

Recent Tweets @tommaso
Hanno meritato un Like
Meritano di essere seguiti:
Posts tagged "compiti a casa"

image

Dopo una fugace segnalazione di qualche tempo fa mi ero segnato, tra i compiti per casa, questa serie inglese. Black Mirror è una mini serie tv, tre puntate autoconclusive, con cast e regia differenti, create per Channel4 dal famoso (non qui) giornalista inglese Charlie Brooker.

"Se la tecnologia è una droga - e viene esperita come una droga - allora, quali, precisamente, sono gli effetti collaterali? In questo spazio - tra piacere e malessere - è dove Black Mirror, la mia nuova serie, è ambientata. Lo specchio nero del titolo è quello che troviamo su ogni muro, ogni tavolo, su ogni palmo di ogni mano: il freddo, scintillante schermo di una tv, di un monitor, di uno smartphone".

Si tratta di una serie forte e intelligente, realizzata per essere provocatoria e per stendere lo spettatore, lasciandolo senza fiato. Politicamente scorretta, commovente e stimolante allo stesso tempo. Non ho trovato finora altri esempi così illuminanti di critica metamediatica della società. Di certo non tre filmettini da prendere alla leggera. Tra satira e pessimismo, l’autore offre notevoli spunti su cui ripensare il modo in cui la tecnologia possa condizionare le interazioni sociali.

Il consiglio è di lasciarsi affascinare da i 3 episodi prima di approfondire la trama, per non rovinarvi stupore e fascino nel lasciarsi trasportare in un futuro in cui la tecnologia può diventare potenzialmente dannosa per la nostra vita.

Black Mirror | There is no Playbook

Black Mirror | 15 Million Merits

Black Mirror | The Entire History of You

Eventuali link per scaricare le puntate li trovare online, basta un po’ di ricerca.