@Tommaso | .Questo non è un Blog.



Tommaso Sorchiotti è Creative Digital Strategist o, se volete, Social Media Activist, che di per se non significa niente ma funziona sempre in riunione con i clienti.
Il ragazzo è sveglio, si applica e studia - come dicevano i suoi insegnanti a scuola - e si occupa di Digital, Branding e Social Media.
Profeta del Microblogging, del Personal Branding e del Geolocal in Italia e a detta di molti *primo tumblero italiano*, cerca di diffondere la Cultura della Rete come docente, autore, relatore, consulente.
Tommaso ha l'ambizione di arrivare prima degli altri sui Nuovi Trend di Internet e spesso, non si sa come, ci riesce.
E' connesso ad Internet per soli tre quarti della sua giornata. Cosa faccia nel resto del tempo non si sa.
Adora la cucina etnica, i cani, far sorridere le persone e sorridere quando è solo, la tecnologia hackerabile, le passeggiate nel bosco e le ciaspolate di notte, le serie tv americane, gli sport estremi che poi tanto estremi non sono, lo snowboard, il surf, il kitesurf e le tavole del genere, le sfide, le persone presuntuose e ambiziose.
Non sopporta i gattini ed Hello Kitty in particolare, le attese e le file (non più: ho trovato il trucco!), i suoni gutturali, il disordine, i superficiali e gli ipocriti, quelli che gli dicono come fare le cose, le bionde svampite e chi scrive male il suo nome.

Per saperne di più potete guardare qua

Il modo più semplice per contattarlo è l'e-mail

Recent Tweets @tommaso
Hanno meritato un Like
Meritano di essere seguiti:

La risposta più forte e intelligente di fronte all’intolleranza e alle prepotenze di Putin è l’ironia. Spero che i giochi di Sochi vengano ricordati per una delle più divertenti proteste viste.

Mi aspetto che i Brand non si lascino sfuggire l’opportunità di prendere posizione di fronte alla chiusura e all’ignoranza. E che non siano solo preoccupati di tutelare la propria immagine.

Orgoglio nazionale - cinismoilustrado: Lo que piensas de tu país / What you think about your country.

Orgoglio nazionale - cinismoilustrado: Lo que piensas de tu país / What you think about your country.

tmz:

Makes you wonder … 

Le cose che ti perdi guardando lo smartphone

mikejacobsen:

Everyone’s on them these days. Even bigfoot.

Don’t worry. Be happy. (via http://www.piccsy.com)

The Truth Behind Apple’s Latest iPad Ad

Apple’s latest iPad advert shows the tablet being used by helicopter rescue pilots, storm chasers, ice hockey coaches, musicians, Bollywood filmmakers, scuba divers, rock musicians and artists. But let’s face it, you’re using it on the toilet, aren’t you?

Sistematizzare tecnologicamente il mondo in maniera radicale, eliminare l’ignoto, l’errore e fornire questo servizio di protesi cognitiva è un sogno folle e devastante. Ed è in questo il nucleo fondamentale che il google-pensiero mostra tutta la sua pericolosa superficialità, un misto esplosivo di entusiasmo bambinesco e di volontà di potenza ingegneristica che può facilmente aprire a una deriva totalitaria. Sovrapporre alla realtà una gigantesca protesi di dati gestita da un’azienda privata più che un aumento, significa piuttosto una diminuzione (se non, in prospettiva, una privazione radicale) di alcuni aspetti fondamentali dell’intelletto e in senso più ampio un grave impoverimento dell’esistenza umana. L’ignoto è la necessaria controparte della conoscenza, così come la profondità, l’estrinsecazione empirica dell’atto di ricerca è quello che fornisce solidità alla scoperta, al mutamento dell’animo che si scolpisce nella persona che la fa.
Quando un’azienda paga un creativo, non paga cinque minuti: paga la sua intera vita. Perché se un vero creativo è stato influenzato, plasmato, trasformato da quello che ha letto, visto, vissuto. Anni di film, videogiochi, fumetti, libri, serie TV, pubblicità, viaggi all’estero, esperienze, corsi, workshop. Quei cinque minuti sono il prodotto inconfondibile di quella persona e della sua esperienza, perché solo quella persona potrà offrirvi quei cinque minuti. Quella vita, quelle esperienze hanno un loro peso, perché rendono quel creativo diverso da tutti gli altri. Per questo non c’è vera concorrenza tra creativi: non andate da Spielberg chiedendogli di fare il Sorrentino, o viceversa. Quindi, care aziende, state pagando qualcosa di unico.

Wrecking ball cantata con la traduzione di Google translate

scottecs: PALLA DA DEMOLIZIONE!

collegehumor:

This is why Google should never have voice activated search. 

Watch What If Google Was a Guy

lapizzicata:

archiemcphee:

Japanese graphic designer and architect Yusuke Oono devised a beautiful way to illustrate scenes from stories in three dimensions. These awesome 40-panel laser cut paper books tell stories both by turning one page at a time and as a whole when viewed in the round as beautiful dioramas.

Click here to view additional details from each book.

[via Colossal]

Aaaaaaaaaaaaaaaaah
Se non me lo comprate vi meno fortissimo

cinismoilustrado:

Miley Cyrus.

cinismoilustrado:

Miley Cyrus.