@Tommaso | .Questo non è un Blog.



Tommaso Sorchiotti è Creative Digital Strategist o, se volete, Social Media Activist, che di per se non significa niente ma funziona sempre in riunione con i clienti.
Il ragazzo è sveglio, si applica e studia - come dicevano i suoi insegnanti a scuola - e si occupa di Digital, Branding e Social Media.
Profeta del Microblogging, del Personal Branding e del Geolocal in Italia e a detta di molti *primo tumblero italiano*, cerca di diffondere la Cultura della Rete come docente, autore, relatore, consulente.
Tommaso ha l'ambizione di arrivare prima degli altri sui Nuovi Trend di Internet e spesso, non si sa come, ci riesce.
E' connesso ad Internet per soli tre quarti della sua giornata. Cosa faccia nel resto del tempo non si sa.
Adora la cucina etnica, i cani, far sorridere le persone e sorridere quando è solo, la tecnologia hackerabile, le passeggiate nel bosco e le ciaspolate di notte, le serie tv americane, gli sport estremi che poi tanto estremi non sono, lo snowboard, il surf, il kitesurf e le tavole del genere, le sfide, le persone presuntuose e ambiziose.
Non sopporta i gattini ed Hello Kitty in particolare, le attese e le file (non più: ho trovato il trucco!), i suoni gutturali, il disordine, i superficiali e gli ipocriti, quelli che gli dicono come fare le cose, le bionde svampite e chi scrive male il suo nome.

Per saperne di più potete guardare qua

Il modo più semplice per contattarlo è l'e-mail


In questo periodo sta lavorando su:
#Selfie - #BigData - #SocialFunnel - #SocialMediaPolicy - #LeadGeneration - #ExecutiveBranding - #Mobile - #App
Recent Tweets @Tommaso
Hanno meritato un Like:
Meritano di essere seguiti:

Parte del mio lavoro è osservare e studiare come cambia il mondo e come il digital regala nuovi comportamenti, modo e dinamiche di relazione.

Succede così che ogni tanto mi stanco di come i Media semplificano e banalizzano tutto. Fenomeni complessi diluiti per la massa che non vuole pensare e analisi fai da te a sentenziare su ogni novità.

Nello specifico da quasi due anni non esiste giornale che non abbia riempito le homepage di gallery di Selfie, più o meno veri, più o meno sensati, più o meno inutili. Dai politici in vacanza ai lati B più fotogenei la fantasia dei giornalisti si è lasciata andare, fino ad oltrepassare il limite.

Ogni tanto ne scrivo pubblicamente e ogni tanto succedono cose strane.

Succede che l’amico e collega Alessandro Prunesti ti convince a fare un ‘instant e-book’ da 15 pagine, poi ci prendi la mano e diventa un e-book da quasi 90 pagine, da pubblicare su Amazon ad un prezzo comunque importante.

Succede che chi lo ha letto ti lascia opinioni molto positive, parlando di una lettura piacevole ma approfondita, da fare tutte d’un fiato e da riaprire di tanto in tanto.

Succede che se avete voglia di farvi un tuffo nel mondo dei/delle selfie qua trovate il link e se magari poi avete voglia di lasciare un feedback al sottoscritto (bello, brutto, perchè?, per come, cambia lavoro!, ecc..) lo fate davvero contento!

image

In sintesi. Ho scritto un nuovo libro. http://bit.ly/SelfieBook

alessiocarciofi:

" Puoi dirmi, per favore, da che parte devo andare?"
" Dipende molto da dove vuoi arrivare", disse il Gatto.
" Non mi importa dove", disse Alice.
"Allora non importa neanche quale strada prendere" disse il Gatto.
" ….mi basta arrivare da qualche parte ", aggiunse Alice come spiegazione. 
"Beh, sicuramente arriverai da qualche parte", disse il Gatto, "se camminerai abbastanza"
- Lewis Carroll, Alice nel paese delle meraviglie” 

alessiocarciofi:

" Puoi dirmi, per favore, da che parte devo andare?"

" Dipende molto da dove vuoi arrivare", disse il Gatto.

" Non mi importa dove", disse Alice.

"Allora non importa neanche quale strada prendere" disse il Gatto.

" ….mi basta arrivare da qualche parte ", aggiunse Alice come spiegazione. 

"Beh, sicuramente arriverai da qualche parte", disse il Gatto, "se camminerai abbastanza"

- Lewis Carroll, Alice nel paese delle meraviglie” 

(via unoetrino)

lospaziobianco:

by Asaf Hanuka

(via swas)

#NotOnAppStore - because there isn’t an App for everything.

Viviamo il nostro mondo attraverso lo Smartphone e Apple ci ha quasi convinto che c’è un App per ogni nostra passione. Negli USA i teenager credono nel ‘pic or it never happened’. Lo smartphone è diventato più importante del deodorante. E se ci troviamo un paio d’ore involontariamente disconnessi proviamo lo stesso disagio di arrivare grondanti ad un meeting importante.

Eppure. Eppure ogni tanto ci sale la voglia di uscire dalla ruota del criceto. Stropicciarci gli occhi per guardarci intorno. Respirare a fondo.

Questo bellissimo progetto http://notonappstore.com/ - tra il provocatorio e l’ironico - vuole salvare i *momenti da vivere* e ricordarci che alcune esperienze sono uniche e non potranno mai essere riprodotte.

Today’s the day. The day you help save the internet from being ruined.

staff

Non è la nudità che ci interessa, non è più abbastanza intima. Quello che vogliamo vedere è il fallimento. È questo che piace ai troll, perché per loro la diffusione di queste foto è una conferma del fatto che le donne che vi sono ritratte siano stupide. Quest’evento conferma la loro tesi maschilista secondo cui sono gli uomini, non le belle ragazze, ciò che fa girare il mondo o, perlomeno, ciò che fa girare internet. Conferma il fatto che loro ne sanno di più di tecnologia, di privacy e di come si usa iCloud. Li rassicura sul fatto che internet è un luogo fondamentalmente maschilista dove a correre i maggiori rischi non sono loro, ma giovani donne la cui forza è la bellezza e che rischiano di perdere tutto ciò che hanno quando questa bellezza viene messa in mostra in pubblico. Viene da pensare che questi uomini - che potete trovare ovunque si stiano commentando gli avvenimenti di questa settimana - godano di più dall’insegnare alle donne come si usa internet che non dal masturbarsi sulle foto.

mondodinerd:

I poster del giorno: Perché George Martin non si accontenta di far fuori i suoi, di personaggi.

9 grafici che solo che è cresciuto con gli 883 potrà apprezzare
( V i o l a S c i n t i l l a)

mondodinerd:

Il fumettino del giorno: Supergirl e Batgirl e i nuovi costumi, di Mike Maihack.

mikemaihack:

No one is more excited about Batgirl’s new costume than Kara.

Original available here
More BGSG comics

motion-silhouette:

MOTION SILHOUETTE
motion-silhouette.tumblr.com
Designer,Illustrator:megumi kajiwara megumikajiwara.tumblr.com
Designer,book bind:Tatsuhiko Niijima tn-bookshelf.tumblr.com
Movie Director:Kyotaro Hayashi kyoutaro-works.tumblr.com
Music:Ryu Matsuyama ryumatsuyama.com

cinismoilustrado:

Jerseys Mundialistas para gente que no sabe de futbol.